Uccidi gli italiani. Gela 1943, la battaglia dimenticata

copertina libro "Uccidi gli italiani"Andrea Augello ha scritto un libro appassionato: «Uccidi gli italiani, Gela 1943, la battaglia dimenticata». La sua ricostruzione è accurata e, come scrive Anna Finocchiaro nella postfazione, «dà identità, attraverso numerose testimonianze, a molti ignoti siciliani che parteciparono agli eventi».

Esemplare saggio di microstoria, il libro di Andrea Augello si pone un obiettivo lodevole: dimostrare che la Sicilia '43 non fu l'isola della fuga e del disonore, della rotta dell'esercito italiano e della marcia trionfale di Montgomery e Patton.

Renato Rascel canta: «È arrivata la bufera, è arrivato il temporale...». La bufera arriva. Si chiama operazione «Husky», l'invasione della Sicilia, l'attacco alla Fortezza Europa. «Husky» significa vigoroso. E non a caso.

La compagnia del Graal

copertina libro "La compagnia del Graal"Che cosa è il Graal? Dove si trova? Chi lo custodisce?

Il libro propone una rilettura originale e assai stimolante del capolavoro medio-altotedesco Parzival, composto ai primi del Duecento da Wolfram von Eschenbach (1170 ca-1220 ca), il quale elaborò una composizione singolare, risultato di una sintesi di elementi celtogermanici della tradizione cavalleresca e suggestioni simbolico-astrologiche ‘orientali’.

Evitando tentazioni e trappole esoteriche, l’autore avanza l’ipotesi che dietro le gesta romanzesche di Parzival e del suo fratellastro pagano Feirefiz, si celi la storia del capostipite della dinastia angioina, Ugo di Vermandois, fratello di Filippo I re di Francia e controverso eroe della prima crociata, e che l’eroe Parzival sia Robert, figlio di Ugo.