Di Maio rimane alla guida dei 5 stelle

Dopo la farsa della piattaforma Rousseau, Di Maio rimane alla guida dei 5 stelle.

Salvini molla Rixi al suo destino dopo la condanna per peculato.

E fa bene.

Anche il viceministro Rixi, come il sottosegretario Siri, è innocente fino all'ultimo grado di giudizio.

Tuttavia una condanna severa in primo grado crea un oggettivo problema di opportunità nel mantenere un incarico in esecutivo.

E bene ha fatto Salvini a togliere di mezzo questo problema prima che i 5 Stelle lo usassero come una clava contro la Lega.

Se questo disastroso governo deve cadere, non si può essere tanto stupidi da farlo cadere sulla difesa di un condannato per peculato.

Nel frattempo Di Maio esce indenne e, nelle sue intenzioni, rigenerato dalla scatola magica della piattaforma Rousseau.

Quindi siamo al momento decisivo: se Salvini non saprà trovare la strada per riportare il Paese alle urne, il Movimento 5 stelle lo trascinerà nella medesima spirale di caduta a vite in cui si trova.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna