Presidente leghista della Lombardia: "Siamo nelle mani di cialtroni"

La frase si riferisce al Governo.

Già, ma chi li tiene al governo questi cialtroni?

Non mi piace per nulla la legge sull’autonomia delle Regioni caldeggiata da Zaia e da Fontana, rispettivamente Presidente del Veneto e della Lombardia.

Quando quest’ultimo dichiara testualmente che saremmo nelle mani dei cialtroni, però, alludendo ai 5 stelle e implicitamente al premier Conte, mi pare che una domanda si imponga alla nostra attenzione: se ministri e premier dei 5 stelle sono dei cialtroni, come definire gli stessi leghisti che li hanno legittimati e imposti come forza di governo?

Esiste un limite alla furia polemica che può lacerare una maggioranza e questo limite impone la necessità di trarre delle conseguenze, quando si arriva agli insulti tra persone che rivestono importanti e delicatissimi ruoli istituzionali, come i Presidenti delle Regioni e il Presidente del Consiglio?

Nato come sedicente governo del popolo, questo esecutivo rischia di essere ricordato come una banda di rissosi e sconsiderati animatori della peggiore violenza verbale dei social network, gente improvvisata, capace soprattutto di indulgere nell’insulto e nell’invettiva reciproca.

La Lega può fare di meglio: ha i consensi e la forza per fare di meglio.

Non ascoltare la folla che nei comizi di Salvini reclama a gran voce le elezioni e invoca l’alleanza con la Meloni, potrebbe rivelarsi un errore fatale.

Uno spreco insensato dell’enorme investimento di fiducia che gli italiani stanno facendo su Salvini e sul suo partito.

Certo non basta liquidare un’esperienza complessivamente disastrosa di coabitazione gialloverde: bisognerebbe iniziare a discutere i contenuti di un nuovo patto di centrodestra, proprio a cominciare da questo mezzo pasticcio sull’autonomia, sapendo che la posta in palio non è una sommatoria di cartello elettorale, ma un’offerta politica in grado di guidare gli italiani fuori da una crisi durata troppo a lungo, attraverso un programma di scelte e di riforme difficile da realizzare senza una reale solidarietà tra le forze che intendono farsene carico.

Possibile che Salvini non se ne renda conto?

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna