Zingaretti pone le sue condizioni

Ritiro Decreto sicurezza, stop al taglio dei parlamentari, numeri della finanziaria scritti prima di presentare il Governo alle Camere.

Per i Cinque stelle sono Forche caudine. Ma sono pronti a cedere con fermezza.

Martedì si decide.

Chi l’avrebbe detto che avremmo visto i renziani criticare Zingaretti per eccessiva durezza nei confronti dei grillini, quasi fosse un sabotatore del possibile governo giallorosso?

Chi avrebbe immaginato di assistere a questo terribile finale del governo gialloverde, ai grillini che, come Alberto Sordi, si presentano alle porte del Nazareno dicendo “stavamo a scherzà...”?

Se la politica era fino ad oggi considerata l’arte del possibile, i Cinque stelle la stanno trasformando nell’arte dell’impresentabile.

È stato un drammatico errore legittimare questa gente come possibili alleati di governo e, ancor più sbagliato, non mandarli a casa subito dopo le europee.

Credo che anche Salvini ora se ne renda conto.

Speriamo non sia comunque tardi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna