La Trenta si è barricata in casa...

E vabbè, ci mancava la solita storiella dell’alloggio di Stato occupato con vari espedienti per completare la normalizzazione dei 5 stelle.

La ministra Trenta dice che la casa grande le serve, perchè ha una vita di relazione importante.

Quindi l’appartamento deve essere grande, deve essere nel centro di Roma, deve essere dello Stato.

E se non le spetta più come Ministro, visto che la pacchia è finita, voilà ecco che la casa viene assegnata al marito, maggiore e aiutante di campo di un generale.

L’ipotesi di mollare l’osso non la prende per ora in considerazione.

Dopo decine di inchieste su amministratori grandi e piccoli che hanno fatto impicci di vario genere in mezza Italia e soprattutto a Roma, dopo le giravolte dalla Lega al PD, dopo la rivolta dei parlamentari che in ogni legislatura col cavolo hanno versato il loro stipendio alle PMI, adesso cominciamo con il capitolo case.

La cosa non mi stupisce, ma certo amareggia tanta gente ingenua che li ha votati.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna