5 stelle sull’orlo di una crisi di nervi

Gli iscritti su Rousseau votano contro l’alleanza col PD in Emilia.

Grillo corre a Roma per dire che non importa e rilancia l‘alleanza con Zingaretti.

Di Maio è ormai una larva di leader.

Io ho enormi dubbi sulla trasparenza del voto digitale della piattaforma Rousseau e pertanto sono incline a dubitare che non sia esposto a manipolazioni.

Non sapremo perciò mai se il voto contro l’alleanza col PD in Emilia sia stato un sussulto di dignità della base o un siluro a Di Maio.

Ma a prescindere dai miei dubbi, quel voto c’è stato e dopo che i 5 stelle ci hanno afflitto per anni sulla poetica bellezza della democrazia diretta e digitale, voilà, basta un video di Beppe Grillo che dice varie amenità, col bambino spaventato Di Maio al suo fianco, per spiegarci che, in fondo, non è successo nulla, che anzi col PD faranno cose bellissime.

Perciò credo che nessuno debba farsi illusioni.

In Emilia i 5 stelle correranno, alla fine, in soccorso del PD.

Da questa votazione, quindi, la piattaforma Rousseau oltre a rimanere uno strumento poco affidabile e trasparente è diventata del tutto inutile.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna