Reddito di cittadinanza: in Calabria 237 falsi poveri

Reddito di cittadinanza: dai controlli a campione della Finanza in Calabria saltano fuori 237 falsi poveri che hanno fin qui intascato 900.000 Euro.

Ville di tre piani con piscina, Ferrari, appartamenti signorili e altri beni patrimoniali incompatibile con la povertà: sono 237 - e tra questi un intero clan della n'drangheta - i falsi poveri scoperti con un controllo a campione effettuato dalla Guardia di Finanza in Calabria tra poco meno del 10 % dei percettori del reddito di cittadinanza di quella regione.

L'impressione è che si potesse svolgere un'indagine sul 100% dei beneficiari emergerebbero risultati sconvolgenti.

Come purtroppo era prevedibile la legge è talmente scritta male da prestarsi ad ogni genere di truffa e di raggiro.

Purtroppo migliaia di persone senza alcun titolo e diritto continueranno a percepire illegalmente il reddito a spese dei cittadini onesti.

Confermato dall'Inps anche il dato sugli stranieri che compongono la platea di aventi diritto: sono tra il 9 e il 10% sommando neocomunitari a extracomunitari.

Anche questo come previsto.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna