Nuova prova di analfabetismo legislativo dei cinque stelle

La Corte Costituzionale, come facilmente previsto e prevedibile, cancella le norme retroattive dello spazzacorrotti.

Ennesima figura di niente del ministro Bonafede.

Come tutta l’opposizione e decine di giuristi e commentatori avevano previsto, le norme retroattive presenti nello spazzacorrotti sono state a loro volta spazzate via dalla Corte costituzionale.

L’applicazione di leggi retroattive sfavorevoli è esplicitamente esclusa dalla nostra costituzione, pertanto la Corte non poteva fare altro.

L’incompetenza da somaro del ministro Bonafede consegue dunque il suo primo traguardo di incostituzionalità.

Ma siamo certi che altri ne seguiranno.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna