Gli americani firmano un accordo con i talebani

Dopo 19 anni di guerra la NATO se ne va dall’Afghanistan con la coda tra le gambe.

Nel giro di un anno e mezzo tutti a casa, anche gli italiani.

Per volontà di Trump i talebani non sono più feroci terroristi, ma una fazione afghana come le altre con cui è possibile negoziare una pace onorevole.

Finisce così una guerra che nessuno voleva combattere fino in fondo e che quindi non poteva essere vinta.

Il regime filoamericano di Kabul non sopravviverà a lungo dopo il ritiro della NATO.

Se quello filosovietico riusci a resistere tre anni dopo il rientro dell’Armata rossa, questa volta sarà già notevole sperare in meno della metà del tempo, massimo due anni: è ormai solo questo piccolo spazio temporale che separa l’Afghanistan dal tornare ad essere uno stato islamico sotto controllo talebano.

Il mio pensiero va alle migliaia di militari italiani che si sono avvicendati nella missione in tutti questi anni.

Ai caduti, ai feriti, alle loro famiglie.

In un’avventura priva di senso militare hanno comunque saputo distinguersi facendo bene il loro dovere.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna