Chiudono le scuole. Ma non potevano dirlo prima?

C’è un livello di improvvisazione del tutto irresponsabile che caratterizza le decisioni del governo in questa storia del coronavirus.

Dopo aver e lungo smentito l’eventualità, improvvisamente il governo ha deciso di chiudere tutte le scuole e le università sul territorio nazionale.

L’impatto sulle famiglie è importante e crea da un giorno all’altro problemi non indifferenti.

  • Perchè procedere in questo modo confuso e sgangherato?
  • E poi a che serve chiudere le scuole nei comuni dove ad oggi non si è segnalato neppure un singolo caso di sospetto di contagio?
  • E perchè non predisporre un piano di aiuti per le famiglie, visto che ormai è chiaro che questa epidemia durerà per lo meno fino a primavera inoltrata?
  • E poi perchè nel governo parlano tutti, spesso contraddicendosi e disorientando i cittadini?

Forse bisognerebbe affidare ad un partavoce del ministero della Sanità o di Palazzo Chigi il compito di comunicare gli orientamenti dell’esecutivo, invitando gli altri a tacere.

O no?

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna