Un altro pezzo di verità Mascherinagate

Le Iene tornano con una seconda puntata sul Mascherinagate della giunta Zingaretti e Roberta Angelilli racconta un altro pezzo di verità su una storia sconcertante.

Abbiamo trovato chi ha portato la Ecotech in regione e tramite quale filiera di conoscenze, abbiamo trovato un altro imprenditore che aveva presentato un'offerta vantaggiosa e non è stato preso in considerazione.

E intanto il broker conferma che la regione ha parlato nelle sue deliberazioni di una polizza del tutto inesistente.

Ripetiamo che il presidente Zingaretti farebbe bene a prendere dei provvedimenti, denunciando egli stesso in procura, dopo, una rapida inchiesta interna, quello che è davvero accaduto.

Perché davvero non c'è modo di nasconderlo e noi siamo già in grado di raccontare il resto della storia.

Ci manca qualche dettaglio.

Ma andremo avanti. Come sempre.

A proposito, stiamo iniziando anche a occuparci di un altro aspetto: ma il dottor Tardiola, responsabile molto improvvisato dell'anticorruzione interna, perché non fa almeno tardivamente il suo lavoro, segnalando atti pubblici che contengono omissioni tali da fornire inverosimili e distorte rappresentazioni dell'iter procedurale seguito nelle molteplici revoche e novazioni dell'Ecotech?

E il Movimento 5 stelle, su questa brutta storia muto come un pesce, per quale ragione sullo scandalo delle mascherine è passato dal mantra “onestà onestà” al più malinconico “omertà omertà”?

Di questo e di molto altro ci occuperemo a breve.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna