Caos tamponi

La Regione Lazio incapace di garantire un servizio decente.

Da un minimo di quattro a un massimo di dieci ore di fila per i cittadini obbligati a fare il tampone dopo un contatto con un positivo.

Questo il servizio che garantisce in queste ore la Regione, destinato a peggiorare con il crescere dei positivi e il conseguente aumento della richiesta di tamponi.

È irragionevole che di fronte a questo caos non venga consentito anche ai laboratori privati di effettuare il test, mentre sembra inevitabile un collasso del sistema nelle prossime settimane.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna