Buon Natale a chi è in difficoltà e a tutti noi

Mentre scoccano le 22:00 e inizia il primo coprifuoco natalizio della storia, si avvicina anche l’ora degli auguri.

Auguri soprattutto ai tanti che ci sono vicini da sempre, che con noi da decenni lavorano, sperano, sognano, combattono; che con noi hanno vinto mille battaglie e ne hanno perse qualche decina, sempre con stile e dignità.

A quelli che in silenzio stanno preparando con noi una nuova, grande stagione di protagonismo della destra italiana, riallacciando contatti, ricucendo gruppi di intervento sociale, laboratori progettuali e cantieri di idee che saranno decisivi di qui a pochi mesi.

Auguri a tutta la nostra comunità e anche a chi non ne fa più parte (peggio per lui) e persino a chi non ci sopporta davvero perchè non tollera la fierezza, che distingue gli uomini e le donne liberi dai tanti, troppi che scambiano la politica per un luogo di mendicità di prebende organizzata.

Buon Natale a chi è in difficoltà, a chi in queste ore fronteggia la pandemia in una corsia di ospedale.

Buon Natale a tutti.