La strana condotta di un agente in borghese

La procura indaga sulla strana condotta di un agente in borghese ripreso nel corso degli incidenti a margine della manifestazione no vax di Piazza del Popolo.

La questura precisa che non era un infiltrato, ma un agente in servizio.

Ma le immagini lasciano molte perplessità.

Non era un infiltrato, ma un agente in servizio in borghese.

Questa la spiegazione ufficiale della questura che però spiega assai poco il contegno di questo agente, che sembra confondersi tra i manifestanti che cercano di far ondeggiare un automezzo della polizia, per poi rivelarsi, davanti alla sede della CGIL, come un esagitato e manesco poliziotto che si accanisce contro un manifestante a terra.

Non era un infiltrato?

Ma non credo che nessuno immagini che i soldi dei contribuenti vengano sperperati infiltrando agenti sotto falsa identità in Forza Nuova, visto che per scoprirne le intenzioni basta ascoltare quel che dichiarano i loro leader nelle pubbliche piazze prima di fare cazzate memorabili.

Il problema è spiegare perché agenti in borghese, rapati come naziskin, si siano mischiati con i manifestanti, partecipando ad azioni di pressione e di protesta contro le forze dell’ordine e fino a che punto si è spinta questa strana forma di mimetizzazione.

Per esempio: erano presenti o no agenti del genere nel gruppo che ha forzato il portone della CGIL?

E perchè invece non erano presenti agenti in divisa a presidio della sede del sindacato, considerato quanto stava accadendo nella vicina Piazza del Popolo?

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna