Conte ha riperso la causa

I cinque stelle senza una guida legittima.

Respinto il ricorso contro la sentenza che aveva decapitato il movimento e dichiarato illegittima la nomina di Conte a leader dei 5 stelle.

Ancora caos e dichiarazioni di fuoco dell’ex avvocato del popolo, del tipo ”il capo sono comunque io”.

Ma pare proprio che dovranno essere ripetute le operazioni di nomina, prima che lo intimi la magistratura su richiesta dei ricorrenti.

Nel dramma della guerra, la farsa dei 5 stelle passa in secondo piano, tanto da non meritare l’attenzione dei media.

Ma all’interno del manicomio grillino Conte abusivo continua a logorarsi e a logorare un movimento in caduta libera.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna