Secondo Letta, l’agenda Draghi porta sfiga

Bonelli sostiene che, in fondo, pure Calenda è fascista.

Non si arresta la giostra delle invettive tra le macerie del centrosinistra.

Eh si, alla fine pure Calenda pare sia fascista: ce lo spiega Angelo Bonelli, leader dei Verdi, in un’intervista, dichiarando che chi vuole militarizzare i siti dei gassificatori non è nè di destra nè di sinistra, ma semplicemente fascista.

Sulla Stampa, invece, un Letta depresso e in vena di dimissioni, è giunto alla conclusione che parlare di agenda Draghi porta sfortuna.

Meglio rifugiarsi in un più generico programma progressista.

La Bonino è invece furiosa per il tradimento di Calenda, che a sua svolta sostiene che nella sua ricostruzione della rottura Letta stia raccontando balle.

Praticamente stanno facendo tutto da soli, calpestando le macerie della loro mancata coalizione e trasformando la loro campagna elettorale in una faida interna fatta di veleni e rancori.

Non dobbiamo comunque abbassare la guardia del nostro impegno e della necessaria mobilitazione per vincere queste benedette elezioni.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna