I fatti di questi giorni sono gravissimi

I miei legali dicono che il danno alla professionalità che deriva dalla "deportazione " di massa subita dalle educatrici in questi giorni è certo e documentato. Così come la violazione dell'articolo 2103 del codice civile.

Pertanto tutte le educatrici che seguono questa pagina, interessate a valutare questa opportunità, possono segnalare la loro disponibilità inviando commenti a questo post o scrivendo in posta elettronica con un clic su contattaci.

Tutte verranno contattattate entro venerdì e insieme decideremo se aprire una vertenza legale.

 

I fatti di questi giorni meritano di essere portati davanti ad un giudice. Ne ho ragionato con i nostri legali.

Bisogna ora decidere se sia il caso o meno di sommergere di ricorsi il Sindaco Marino.

Ovviamente bisogna valutare la cosa in modo attento e approfondito: non si tratta di cose che si possono affrontare in Internet. Ma a questo punto ne vale la pena.

Invece di evocare in astratto il termine mobbing, è necessario in concreto decidere se sia o meno il caso di agire con un'iniziativa legale.

Io posso mettermi a disposizione, con la mia struttura, per un percorso di questo genere.

Vorrei sapere quante insegnanti ed educatrici sarebbero già disponibili ad un'azione legale contro il comune.

Attendo le adesioni nelle prossime ore.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna