È l’ora di Ghizzoni

Lo avevo formalmente richiesto per primo e molti, anche su questa pagina, si erano mostrati scettici.

Invece, nell’ufficio di presidenza, il PD si è arreso.

Ghizzoni viene in commissione prima del 23 dicembre per ascoltare la sua verità sul caso Boschi.

Una piccola vittoria che premia il tenace lavoro che abbiamo svolto in commissione in queste settimane.

Voglio dire che tutto quello che abbiamo fatto emergere sui pasticci di Bankitalia nelle banche venete, sull’assurdità della nomina di Morelli al vertice di MPS, sulle reticenze del procuratore di Arezzo, ex consulente di Renzi a Palazzo Chigi e, infine, con la vittoria sull’audizione di Ghizzoni, dimostra che un lavoro di qualità, fatto seriamente, lavorando sulle carte e sui documenti, può produrre conseguenze importanti e conquistare l’attenzione dei media.

Non è facile come abbaiare alla luna dicendo la qualunque, ma lascia il segno in profondità.

Sono sicuro che, nonostante tutto, questa sia ancora la strada giusta per dare dignità e spessore all’impegno politico.

E sono anche sicuro che la gente nota la differenza.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna