Impeachment? Non è una buona idea

Non è una buona idea e soprattutto non funziona.

Mattarella ha sbagliato ma il suo errore va giudicato nelle urne e non nell’aula della corte costituzionale.

Mattarella ha certamente forzato le sue prerogative costituzionali, aprendo così una gravissima crisi istituzionale che sta allarmando non poco i mercati.

Tuttavia rispondere a questa forzatura aprendo la procedura di impeachment, rischia di rivelarsi un rimedio di gran lunga peggiore del male.

Intanto il percorso parlamentare è lungo e tortuoso e rischia di dare alibi a chi vuole evitare le elezioni a ottobre.

Secondariamente spetta poi alla Corte costituzionale il giudizio finale sull’operato del Presidente, non al Parlamento.

Basta guardare la composizione della Corte e le date delle nomine dei suoi componenti per capire che molto difficilmente potremmo aspettarci una censura del Presidente in carica.

Infine, nell’immediato, una richiesta di impeachment aumenterebbe l’incertezza dei mercati e la speculazione, spaventando l’opinione pubblica.

All’atteggiamento irresponsabile del Quirinale è molto più utile replicare con la scelta responsabile di affidare alle urne il compito di giudicare le scelte di Mattarella, andando al voto nel più breve tempo possibile.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna