Arriva la manovra del popolo

Da leggere con curiosità...

Io penso che i 5 stelle siano una simpatica banda di sfascia carrozze e vederli festosi accalcarsi intorno a palazzo Chigi sostenendo che il prossimo documento di programmazione finanziaria sia la prima manovra del popolo mi incuriosisce.

Se capisco bene facciamo un deficit di 2,6 punti per dare 10 miliardi ai poveri ed evitare l’aumento dell’IVA.

Più lodevole l’intento di aumentare i rimborsi ai truffati dalle banche.

Ora però dobbiamo leggere con cura questa manovra.

Perché il dubbio è proprio sul reddito di cittadinanza.

Perché se fosse come l’originaria proposta della scorsa legislatura sarebbe un pasticcio impresentabile, una marchetta clientelare destinata ai soliti noti, rom, extracomunitari, neocomunitari piombati a bella posta in Italia per incassare i nostri soldi, più un discreto numero di falsi poveri che dichiarano meno di quel che guadagnano, oltre a forse un 60 per cento di beneficiari effettivamente bisognosi.

Hanno giurato che l’avrebbero cambiata quella legge.

Vediamo come.

Vediamo alla fine dove finiranno davvero quei dieci miliardi.

Confido ancora sul fatto che questo DEF porta la firma anche di Salvini, perchè mangiarsi quasi tre punti di deficit per una porcheria sarebbe, nella nostra situazione, inspiegabile.

Perciò aspettiamo una settimana, leggiamo le carte e poi vediamo cosa è successo sul serio...

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna