Di Maio, Salvini e la gelida manina dello scudo fiscale...

Io penso che i 5 stelle siano davvero degli esauriti a cui il generoso popolo italiano ha concesso una prolungata vacanza nella politica nazionale.

Ma a volte riesco ancora sorprendermi.

Ma ne vogliamo parlare del numero di Di Maio a Porta a Porta?

Ma dove lo trovi un altro sconsiderato che va a strillare in mondovisione che un oscuro manipolatore, una manina tecnica o politica ha addirittura manomesso la manovra di governo nel testo inviato al Quirinale, poi minaccia di andare a denunciare il tutto in procura, per poi scoprire mezzora dopo che al Quirinale non è mai giunto alcun documento?

Addirittura salta fuori adesso dalle agenzie che il testo incriminato, cioè la possibilità di scudare nel condono patrimoni provenienti da conti esteri, era già nella bozza del premier e quindi non è stata affatto aggiunta di nascosto.

Perciò o Di Maio non l'ha capita o non l'ha vista per sua negligenza o più semplicemente ci ha ripensato, che come insegna la saggezza popolare non è mai una bella cosa...

Fatto sta che tutti ieri hanno capito, vedendo la tv che Di Maio era convinto di essere stato imbrogliato dai Salvini boys.

Invece eravamo solo di fronte a una crisi isterica di un uomo incapace di tutto.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna