Nuovo audace colpo del "governo del popolo"

Una bella tassa sulle auto a benzina che mette in ginocchio gli operai italiani.

Non è che Lega e 5 Stelle siano cattivi, è che proprio non sanno mai di che stanno parlando.

Così succede che infilano in finanziaria una norma delirante che farà esplodere nel Paese una mezza insurrezione.

L’idea geniale è costringere gli italiani a comprare auto elettriche offrendo bonus fino a 6.000 euro e introducendo una tassa aggiuntiva su tutte le auto nuove Diesel o a benzina.

A parte il fatto che questi sovranisti de noantri in questo modo fanno un regalo immenso alle industrie automobilistiche straniere visto che auto elettriche italiane quasi non esistono, il punto è che la norma rifila una sberla alla povera gente e agli operai italiani.

Quello che i nostri eroici governanti del popolo non sanno è che l’auto elettrica più economica, che è poi la Smart, costa quasi 24.000 euro, contro i poco più che 10.000 della Panda.

Quindi, con tutto il bonus, le famiglie che guadagnano tra i 28 e i 35.000 euro l’anno, cioè la maggioranza delle famiglie italiane, col cavolo si potranno comprare un’auto elettrica e quindi pagheranno la nuova tassa ecologica sulla Panda, tra i 400 e i 1000 euro all’immatricolazione.

Il tutto si tradurrà in un calo delle vendite e in un aumento dell’inquinamento, visto che tutti tireranno il collo alle vecchie auto in circolazione sperando che arrivi qualcuno meno scemo dei gialloverdi e cancelli il balzello.

Davvero un capolavoro...

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna