Salvini ci ha ripensato: non più tassare le Panda nuove

È ufficiale: Salvini ci ha ripensato e non vuole più tassare le Panda nuove.

Anzi vuole pure rivedere tutto il sacro contratto del governo del popolo.

Ma la domanda è: perchè la Lega vota queste assurdità in commissione?

Salvini tuona contro la tassa sulle Panda votata dalla maggioranza di governo in commissione alla Camera ed ora entrata a pieno titolo nella legge di bilancio su cui la Camera voterà la fiducia.

Il leader della Lega chiederà di correggere la norma al Senato.

Ma la domanda è: perchè mai l’hanno votata in commissione?

È una norma completamente assurda, nessuna persona sana di mente l’avrebbe sostenuta col proprio voto.

C’era bisogno di una giornata di insulti contro il governo da parte di associazioni imprenditoriali, sindacati, lavoratori, editorialisti e opposizioni, per capire di aver commesso una castroneria di questa portata?

Stento a crederlo, ma pare sia invece proprio così.

Per contenere la creatività legislativa del governo del popolo potrebbe non bastare neanche un sistema tricamerale: al governo c’hanno le manine che scrivono norme da correggere in Parlamento, nelle commissioni ci sono parlamentari che votano qualunque pagliacciata presentino i 5 stelle, è chiaro che due camere potrebbero non bastare a correggere tutti gli errori e i ripensamenti dei nostri eroi.

La situazione sta chiaramente sfuggendo di mano tanto a Salvini che a Di Maio.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna