Lettera a Grasso per rimuovere l'auto di Marino dal parcheggio del Senato

Oggi ho inviato al Pesidente Grasso la seguente lettera, sottoscritta da 30 colleghi di tutti i i gruppi meno il PD.

Al Presidente del Senato della Repubblica

Pietro Grasso

SEDE

Egregio Presidente, i sottoscritti Senatori La invitano a voler riconsiderare l'autorizzazione da Lei concessa al Sindaco di Roma, Ignazio Marino, a parcheggiare la propria autovettura nell'area riservata alla sosta delle auto dei Senatori in carica.

Per quel che è dato sapere, il privilegio accordato al Sindaco discende da una nota della Prefettura, che segnalava l'opportunità di favorire il parcheggio in un'area sorvegliata della vettura di Marino, dopo che la stessa aveva subito, per mano di ignoti, non meglio precisati danneggiamenti.

Ora, Signor Presidente, Lei sa bene che in tutto il centro storico decine di residenti subiscono danni alla carrozzeria delle loro automobili, soprattutto nei fine settimana, quando più intensa è la "movida" che invade il cuore di Roma.

Se si vogliono evitare questi inconvenienti, l'unica possibilità è pagare un posto auto in una delle autorimesse private presenti nei pressi del Senato.

Non spetta comunque alla nostra istituzione fornire posti auto sorvegliati giorno e notte dai Carabinieri a chiunque subisca danni alla propria autovettura.

Del resto, come Lei sa benissimo, il regolamento consente agli stessi Senatori di usufruire del parcheggio soltanto negli orari di apertura degli uffici, al di fuori dei quali non è concesso prolungare la sosta.

Infine non Le sfuggirà come la concessione di questo privilegio risulti incomprensibile ed impopolare, in una città in cui sono appena state abolite molte agevolazioni sulla sosta tariffata, con un inevitabile aggravio degli oneri a carico dei cittadini.

L'immagine del Senato e quella del Sindaco non traggono certo giovamento dal protrarsi di questa situazione.

Certi che vorrà valutare con attenzione queste nostre riflessioni, ci auguriamo voglia invitare il Sindaco a venire a ritirare al più presto la sua autovettura.

Roma 14 Ottobre 2014

Firmatari Augello, Torrisi, Conte, D'Ascola, Colucci, Viceconte, Pagano, Aiello, Bilardi, Esposito, Rossi, Bianconi, Chiavaroli, Petraglia, Morra, Crimi Buccarella,Bisinella, Divina, Consiglio, Bellot, Tosato, Aracri, Minzolini, Sciascia, Mandelli, Pelino, Maran, Di Biagio

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna